Le origini di Bari

Da un interessante studio su «Le origini di Bari» dell’archeologo e direttore del Museo Archeologico di Bari presieduto dal 1909 al1957, Michele Gervasio (nacque a Monteverde di Lucania nel 1877, morì a Torre a Mare (BA) il 5 dicembre 1961. La cittadinanza gli ha dedicato una strada e un busto di bronzo nell’ex frazione Torre a Mare) estratto dal «Bollettino statistico del Comune di Bari» Anno I, 7 luglio 1916; l’autore scrisse che la più antica testimonianza archeologica  per quanto concerne l’origine di Bari fu scoperta da lui nel 1912 (e non nel 1913, come si è sempre, inspiegabilmente, ripetuto a partire dallo stesso Gervasio) nel giardino dell’ex «Ospedale Consorziale», “sop’a SSande Pìite” (nelle vicinanze di Piazza San Pietro), a meno di un centinaio di metri dall’attuale linea del porto dove individuò un villaggio preistorico (area che era stata già interessata da scoperte casuali nel 1817). Continua a leggere Le origini di Bari

Epifania

Pasqua Befanì (Pasqua Epifania)

Nelle forme arcaiche dei dialetti della Puglia, la Befana era pronunciata in ‘La Paska de la befenìe’, ‘abbefanì’, ‘befénì’, ‘bufanì’. Nella lingua barese è tuttora “Pasqua Befanì” (Pasqua Epifania). Nel calendario il 6 gennaio si festeggia appunto Pasqua Epifania che vuol dire preannuncio della Pasqua e si festeggia l’onomastico femminile Pasqua. Continua a leggere Epifania